Dario Galimberti: Home

La ruggine del tempo

Giallo: Torna a ROMANZI

La ruggine del tempo

Libromania (11 maggio 2021)

Lugano, 1881. Una banda di ladri penetra nel castello di Trevano e fa razzia di preziosi. Poco dopo Vera von Derwies, figlia del barone proprietario del castello, muore in seguito a una caduta da cavallo. E nei giorni seguenti la tragedia torna ad abbattersi sul castello: vengono trovati senza vita lo stesso barone e un giovane inserviente, Nuto.

Cinquant’anni dopo, l’anziana Liside chiama al proprio capezzale il figlioccio Ezechiele Beretta, massima autorità della polizia cittadina, e gli chiede di indagare sulla morte di Vera. Ormai prossima alla fine, la donna – all’epoca dei fatti in servizio al castello – non riesce a darsi pace: è convinta che quella caduta da cavallo non sia stata accidentale.

Nonostante le circostanze della richiesta e le prove inconsistenti, il Beretta si interessa al caso: assistito dall’appuntato Bernasconi appura che le teorie di Liside sono più plausibili del previsto, e qualcosa non quadra neanche nella morte del povero Nuto.

L’indagine storica si sovrappone a quella su una morte più recente e altrettanto misteriosa, che porta il Beretta a scontrarsi con personaggi in vista della Lugano che conta e tinge di sangue le acque blu del lago che bagna la città.


Gallery

Il giallo come romanzo sociale, Lugano 2020

Il giallo come romanzo sociale, Lugano 2020

Stampa & Web

La ruggine del tempo
Lo stile ampiamente descrittivo ed empatico mi ha tenuta incollata alle pagine fin da subito facendomi vivere in prima persona gli eventi narrati. Il delegato è una figura estremamente affascinante ed intelligente ed è stato favoloso entrare nel vivo delle sue teorie sugli accadimenti. Altro...
Carolina, Il mio mondo. La mia passione per la lettura (2021)


Lettori

La ruggine del tempo
Il delegato Ezechiele Beretta non si smentisce neanche questa volta risolvendo brillantemente un’indagine molto complicata. Complimenti a Galimberti che ci fa riscoprire un’epoca lontana attraverso un linguaggio preciso e a tratti poetico. Il ritmo della narrazione, lontano dalla frenesia dei giorni nostri, ci consente di approfondire la conoscenza dei personaggi e del paesaggio che fa da contorno. Altro...
Pietro Rizzi, Amazon (2021)